testata
testata
testata
IN BREVE:
Qual è il miglior atomizzatore per te?
Qual è il miglior atomizzatore per te?

Qual è il miglior atomizzatore per te?

Qual è il miglior atomizzatore?

Il miglior atomizzatore è quello che meglio si adatta al tuo svapo. È quindi importante capire i diversi aspetti che ti corrispondono per trovare finalmente il miglior atomizzatore.

Per iniziare, devi identificare la tua aspirazione, che viene fatta in due modi distinti

  • Inalazione indiretta
  • Inalazione diretta

Ma dobbiamo anche capire l'influenza del glicole propilenico e della glicerina vegetale negli e-liquid.

1 - inalazione indiretta

È quello che aspiriamo prima di ingerire il vapore. In generale questa aspirazione è spesso limitata e non richiede una grande aspirazione, quindi è inutile scegliere un atomizzatore con un grande flusso d'aria.

Quindi quale atomizzatore scegliere?

Per questo tipo di vaporizzatore, è più adatto scegliere un atomizzatore dotato di una piastra per una singola resistenza, la potenza non deve essere elevata e il flusso d'aria è da medio a ridotto. Il tutto associato a un'apertura interna sulla punta a goccia piuttosto stretta alla media (intorno a 6 a 8mm intorno).

La maggior parte dei consumatori che vaporizzano così, preferiscono il sapore degli e-liquid e il vapore sulle potenze che vanno da 12W a 22W, è quindi preferibile usare resistenze tra 2Ω e 0.9Ω. Ma spesso gli utenti trovano un compromesso su 1.2Ω o 1.5Ω per una potenza di 18W.

Quale resistenza scegliere?

Su clearomiseur la scelta della resistenza è semplice in quanto è proprietaria e il suo valore scritto sulla capsula. La cosa più saggia da fare quando si inizia è usare un valore intorno a 1.5Ω in Kanthal.

Su un atomizzatore ricostruibile, è importante conoscere i tre diversi tipi di resistivi più utilizzati.

Kanthal è uno dei materiali più stabili durante il riscaldamento (il suo valore varia molto poco o per niente), quindi questo è il materiale più appropriato. Acciaio inossidabile (SS316L) è un resistivo meno stabile al riscaldamento (il suo valore resistivo varia leggermente quando il materiale si riscalda), ma può comunque essere cotto a vapore in una modalità di alimentazione o in una modalità di controllo della temperatura che prende queste variazioni in carica. Per quanto riguarda Nickel (Ni200) il suo valore di resistenza al freddo è molto basso e troppo instabile quando viene riscaldato per essere sottoposto a vapore con la modalità di alimentazione. È quindi imperativo utilizzare la modalità di controllo della temperatura su vaper con questo tipo di cavo resistivo.

Le costruzioni più semplici, le più elementari e soprattutto quelle perfettamente adatte per il "sapore" degli atomizzatori sono:

  • Un semplice resistore con un filo 0.3mm kanthal su un supporto o 2 2.5mm (diametro interno) per 8 a 9 arrotola fortemente associati con una potenza tra 18 e 22Watts
  • Un acciaio inossidabile semplice resistenza (SS316L) con un filo 0.2mm su un supporto o 2mm 2.5 per 8 a 9 arrotola fortemente associati con una potenza tra 18 e 20Watts. D'altra parte, se si opta per il controllo della temperatura, si consiglia di effettuare virate distanziate.
  • Un semplice nichel resistore (Ni200) con un filo 0.2mm su un supporto 3 diametro 4mm per turni 12 distanziate, è per l'uso con il controllo della temperatura.

2- inalazione diretta

Permette di inghiottire una grande quantità di vapore direttamente, nel momento in cui uno succhia. In generale, questa aspirazione richiede un grande flusso d'aria, quindi un grande flusso d'aria sull'atomizzatore.

Quindi quale atomizzatore scegliere?

Per questo tipo di vape è più adatta a scegliere un atomizzatore con bobina vassoio doppia o un singolo bersaglio composta da blocchi bobina (tipo bloccato) di supporto dei resistivi spessi, larghi o esotici (resistori lavorato con vari figlio associati). La potenza è generalmente molto alta, sopra 35W, e gli apparecchi hanno un valore resistivo inferiore a 0.5Ω. Sopra la resistenza è bassa, più potenza sarà alto, nello stesso modo che più si lavora i punti di forza mescolando diversi figlio, il valore più sarà basso e richiederà ancora più energia da riscaldare. E 'quindi fondamentale scegliere un atomizzatore che può dissipare il calore meglio di te imporla con la scrittura, in modo da una bomboletta spray con un grande flusso d'aria (doppia o quadrupla) e dotato di una flebo-top largo fra 10mm apertura interna a 15mm, anche per alcuni gocciolatori che accettano potenze superiori a 100W.

La maggior parte dei consumatori che vaporizzano bene, preferiscono vapori di grandi dimensioni con nuvole spesse, il ripristino dei sapori è di qualità inferiore perché il riscaldamento del liquido è più importante. Anche questo tipo di vape è spesso associato alla glicerina vegetale caricata con e-liquid. Le potenze sono generalmente maggiori di 35W con resistori uguali o inferiori a 0.5Ω.

Quali resistori scegliere?

per clearomiseur, di regola, tutto è indicato. La resistenza ha un valore relativamente basso, e tra 0.2 0.5Ω (Kanthal con bobine doppie e triple Clapton) e l'atomizzatore accetta le potenze superiori 30W anche per alcuni dei clearomiseurs 40W fino 80W e anche per qualche 100W prodotti.

Lo svapo è molto aereo nell'inalazione diretta e garantisce una grande produzione di vapore. Per quanto riguarda i sapori sono secondari e nei casi migliori è un compromesso tra buono e accettabile che può essere previsto con un sotto-ohm di vape.

È lo stesso con atomizzatori ricostruibili, la priorità è la quantità di vapore con la sua densità. Dipende dall'atomizzatore che ha le risorse sopra menzionate (flusso d'aria, gocciolatoio, plateau), ma anche dall'assemblaggio utilizzato.

L'inalazione diretta è fatta con una grande aspirazione, che ha l'effetto di compensare dal capillare, una grande quantità di liquido fino alla resistenza che dovrà consumare rapidamente da un forte riscaldamento tramite la potenza e quindi un grande a vapore.

Per poter applicare una potenza elevata, il filo resistivo deve essere spesso o addirittura funzionante. Quindi, con Kanthal figlio di 0.4mm (questo è un minimo) a doppia bobina, si ottiene un mezzo di montaggio che può vaper con poteri di 35W. Più il tuo filo è grosso, più basso è il valore di resistenza e più alta è la potenza che dovrai salire. E 'lo stesso con arrangiamenti battuto che hanno coinvolto diversi figlio, questi matrimoni sono spesso Kanthal, nicromo (NiCr80) e acciaio inox (attenzione a non particolarmente nichel nominato Ni200), la quantità di materiale e il modo in cui il permesso di lavoro creare nuvole allucinanti.

Ci sono anche aspetti, nella progettazione di atomizzatori, che entrano in gioco per questi due tipi di vaporizzazione. È la capacità volumetrica nella camera di evaporazione, il modo in cui l'aria è diretta grazie ai fori d'aria, la posizione dei prigionieri e come lo spazio è distribuito. Ci sono così tanti diversi modelli e disegni che è difficile raggiungere con precisione il miglior compromesso.

Tuttavia, nei gocciolatori orientati al gusto, le stanze più piccole tendono a concentrare i sapori e offrono un gusto più saporito e dolce. D'altra parte, questo non è necessariamente vero per gli atomizzatori destinati al Cloud con una grande stanza.

Per concludere, con questi due metodi di vapping c'è sempre un atomizzatore "migliore" per TE!

3- L'influenza del glicole propilenico e della glicerina vegetale

Le proporzioni di glicole propilenico e glicerina vegetale (PG / VG) hanno un effetto essenziale sullo svapo.

Ciò che è interessante da ricordare su glicole propilenico. Questo ingrediente è un esaltatore di sapidità, la sua consistenza è fluida e più liquidi contengono, più i sapori hanno un aspetto del gusto accurato e piacevole. È anche il principale substrato di minzione degli aromi. Non supporta il riscaldamento e non offre una densa densità di vapore.

È anche importante sapere che il glicerina vegetale ha una consistenza molto spessa. Quando VG è riscaldato offre una densità di vapore molto spessa, ma oltre a ciò, gli aromi miscelati con VG sono piuttosto diffusi e non offrono la qualità di un gusto specifico. L'espirazione è evasiva e sbiadita.

Tutti questi elementi essenziali ti permetteranno di trovare l'atomizzatore di cui hai bisogno. Pur sapendo che è possibile avvicinarsi ai limiti di ogni prodotto trasformando un atomizzatore di sapore in un piccolo produttore di nuvole e un atomizzatore di nuvole, un piccolo assaggio di gusto. Tutto quello che devi fare è montare il prodotto e i suoi limiti, regolare il flusso d'aria, dotarlo del giusto drip-tip e scegliere l'e-liquid che vuoi sublimare sul sapore o sulla produzione del prodotto. vapore, o anche un mix di entrambi.

Sylvie.I

Stampa Friendly, PDF e Email
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom
Com Inside Bottom

Circa l'autore